Come prepararti al parto della tua gatta

29 Aprile 2020by Sebastian Faltoni0
https://iltuogatto.it/wp-content/uploads/2020/04/gatta-che-partorisce.jpg
Tempo di Lettura: 3 minuti
I gattini sono molto divertenti da avere, ma sono sicuro che molti di voi non hanno mai visto una gatta partorire. Questo miracolo della vita può essere un’esperienza da fare almeno una volta, quindi non vuoi che qualcosa vada storto! Abbiamo allevato un gatto di nome Leila che era incinta e non avevamo idea di cosa fare per lei! Spero che queste istruzioni aiuteranno le famiglie ad affrontare problemi simili.

Passaggio 1: preparare uno spazio

Molti di noi sono nati in ospedali, in bei letti e poi collocati in culle calde con soffici coperte. Dovrebbe essere lo stesso per i gatti! Le scatole di plastica sono le migliori per questo, perché a volte il parto può essere disordinato e i letti di cartone possono non essere l’ideale. Assicurati che il gatto abbia spazio per sdraiarsi su un fianco e sia in grado di allungarsi. Metti gli asciugamani nella scatola, in modo che siano accoglienti, ma anche molto igienici. Infine, se vuoi, metti coperte calde sopra gli asciugamani. Il letto perfetto! Assicurati che sia lontano da altri animali domestici, e forse in una camera da letto dove non si stresserà a causa di suoni forti o altri animali.

Passaggio 2: essere in grado di conoscere i segni

Di solito, un gatto vicino al travaglio darà segni, quindi puoi dire quando essere pronto. I segni più semplici sono che mangerà e berrà più spesso e sarà più affettuosa. Cercherà anche un posto quando è in travaglio, quindi il gatto annuserà in luoghi sicuri. (Spero che sceglierà la scatola che hai preparato per lei. Non tutti i gatti ci andranno direttamente. Il mio gatto ha partorito sul mio letto, sotto le coperte! Ma è meglio essere preparati.)

Passaggio 3: essere pronti

Dopo tutto ciò, non resta molto da fare. Ma rimanere calmi ed essere pronti sono le cose migliori che puoi fare per aiutare.

Fai attenzione a:

Il tuo gatto inizierà a urlare o miagolare forte durante il travaglio, quindi se lo senti di notte, non farti prendere dal panico. Il lavoro può durare fino a sei ore. Quando Leila partoriva, c’erano almeno 15 minuti tra ogni gattino.
Può andare in travaglio in qualsiasi momento, in qualsiasi giorno. Leila ha iniziato alle 5 di mattina, un giovedì!
Dopo che ogni gattino uscirà, seguirà una macchia sanguinolenta chiamata placenta. Non fatevi prendere dal panico. È del tutto normale. Inizierà anche a mangiarlo.
Ogni gattino sarà collegato alla placenta da un cordone chiamato cordone ombelicale. Se non romperà il cavo, dovrai tagliarlo con le forbici e il filo interdentale. Lega il filo interdentale vicino allo stomaco e poi taglialo.

Step 4: preparati per il peggio

Dovresti sapere che le cose possono andare male durante il parto; come un gattino che si blocca o è nato morto. Non sono sempre perfetti. Uno dei gattini di Leila, Big Cat, in realtà è uscito di lato e si è bloccato! Siamo stati fortunati e lui è sopravvissuto. Ma dovresti sempre essere pronto al peggio. Tieni sempre pronto il numero del veterinario se succede qualcosa. Inoltre, cerca di non interferire troppo. Ma se il gatto non riesce a prendersi cura di se stesso, chiama l’ospedale veterinario locale per chiedere aiuto.

 

Passaggio 5: finalmente! È finita!

Non proprio! A volte, dopo il parto, la mamma gatta può essere debole o malata. Se ciò accade, dovrai aiutarla con i cuccioli. Leila era molto malata quando partorì e trasmise la polmonite ai gattini. Dal momento che non si sentiva all’altezza, abbiamo dovuto nutrire e tenere al caldo i suoi cuccioli. Sembra facile? Sbagliato! Devi farti consigliare bottiglie di latte speciale dal veterinario formulate per i gattini.

Il latte

E’ tutto più difficile se i cuccioli sono malati. È successo anche a Leila! Due di loro hanno preso la polmonite e non hanno mangiato. Abbiamo loro dato da mangiare con tanta pazienza e consigli del veterinario. Questo è il motivo per cui devi discutere con la tua famiglia prima di avere una gatta che sarà presto mamma!
Fonte: https://www.instructables.com
Foto: Zooplus, Tuttosuigatti

Sebastian Faltoni

Senior developer, pet blogger, amante dei gatti: ne ho due uno tolto dalla strada l'altro da un gattile. Cat sitter da sempre per gli amici. Creatore de Iltuogatto.it by NukedBit

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tempo di Lettura: 3 minuti
https://iltuogatto.it/wp-content/uploads/2019/12/il-tuo-gatto-2.png
@ 2019 All Right Reserved.
VAT. IT03759401205
Social

Nukedbit by Sebastian Faltoni - Via Andrea Costa 14 Imola Bologna (BO) P.IVA IT03759401205 - C.F. FLTSST83L05A390N - PEC. faltonisebastian@pec.it