Coronavirus: il gatto domestico ha contratto il virus nel Regno Unito

30 Luglio 2020by Anna Pazzaglia0
https://iltuogatto.it/wp-content/uploads/2020/07/gatti-coronavirus-regno-unito-asia-america.jpg
Tempo di Lettura: 2 minuti

I gatti

Un piccolo numero di casi di coronavirus negli animali domestici sono stati trovati in Europa, Nord America e Asia.Un gatto domestico è risultato positivo nel Regno Unito per il ceppo di coronavirus che sta causando l’attuale pandemia.

Il primo caso

Gli esperti affermano che si tratta del primo caso confermato di infezione in un animale nel Regno Unito, ma non significa che la malattia sia diffusa nelle persone dai loro animali domestici.

Il coronavirus

Si pensa che il gatto abbia contratto il coronavirus dal suo proprietario, che in precedenza era risultato positivo al virus. Entrambi sono ora guariti.I funzionari sanitari sottolineano che il caso è molto raro e non è motivo di allarme.

Evento raro

L’amministratore delegato veterinario britannico Christine Middlemiss ha dichiarato: “Questo è un evento molto raro, con animali infetti rilevati fino ad oggi che mostrano solo lievi segni clinici e si riprendono entro pochi giorni.

Le prove

“Non ci sono prove che suggeriscano che gli animali trasmettano direttamente il virus all’uomo. Continueremo a monitorare attentamente questa situazione e aggiorneremo i proprietari di animali domestici nel caso in cui la situazione cambi.”

La Sanità

Ivonne Doyle, direttore della sanità pubblica dell’Inghilterra per la protezione della salute, ha consigliato alle persone di lavarsi le mani regolarmente, anche prima e dopo il contatto con gli animali.

L’animale

La pelliccia di un animale potrebbe trasportare il virus per un certo periodo se un animale dovesse entrare in contatto con qualcuno malato.

Il veterinario

Un veterinario privato inizialmente ha diagnosticato il virus dell’herpes felino – una comune infezione respiratoria del gatto – ma il campione è stato anche testato per Sars-Cov-2 come parte di un programma di ricerca.

I numeri

C’è stato un numero molto limitato di casi confermati in animali domestici in altri Paesi in Europa, Nord America e Asia. Daniella Dos Santos, presidente della British Veterinary Association, ha dichiarato:

Il consiglio

“Il nostro consiglio ai proprietari di animali domestici che hanno Covid-19 o che si autoisolino con i sintomi rimane di limitare il contatto con i loro animali domestici come misura precauzionale e di praticare una buona igiene, tra cui lavaggio delle mani regolare.

I sospetti

“Raccomandiamo anche che i proprietari che sono confermati o sospettati di avere Covid-19, se possibile, mantengano il loro gatto in casa se possibile, ma solo se il gatto è felice di essere tenuto in casa. Alcuni gatti non possono stare in casa per motivi medici legati allo stress”.

Risorse: https://www.bbc.com/

Foto: GETTY IMAGES

Leggi anche: Come giocare con il tuo gatto

Anna Pazzaglia

Laureata al DAMS, Master di secondo livello universitario in Pedagogia, blogger, scrittrice, educatrice, parte dei miei e-book sono su Amazon. Quello che più mi si addice è: "Professione Blogger. Crea, gestisci e lavora con il tuo blog".

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tempo di Lettura: 2 minuti
https://iltuogatto.it/wp-content/uploads/2019/12/il-tuo-gatto-2.png
@ 2019 All Right Reserved.
VAT. IT03759401205
Social

Nukedbit by Sebastian Faltoni - Via Andrea Costa 14 Imola Bologna (BO) P.IVA IT03759401205 - C.F. FLTSST83L05A390N - PEC. faltonisebastian@pec.it