Egyptian Mau, il gatto egiziano

7 Ottobre 2019by Anna Pazzaglia0
https://iltuogatto.it/wp-content/uploads/2019/10/Egyptian-Mau.jpg
Tempo di Lettura: 3 minuti

Mentre alcune persone potrebbero inizialmente essere attratte dal bellissimo mantello maculato del Egyptian Mau, gatto egiziano, la maggior parte diventa fan a causa del temperamento e della personalità della razza. Amano qualsiasi attività di gioco che imita il comportamento di caccia. Egyptian Mau, gatto egiziano è l’unico tipo raccomandato dalla maggior parte degli appassionati, a volte lascerà doni di topi animaletti uccisi sui cuscini della loro gente preferita.

Coccolalo

Assicurati di dare al tuo Egyptian Mau, gatto egiziano un sacco di carezze e lodi, e forse un regalo o due, per questi regali; Egyptian Mau, gatto egiziano sarà sconvolto e alquanto confuso se i loro generosi doni verranno rigettati freddamente. Pur non essendo eccessivamente loquace, Mau farà sapere ai propri umani se qualcosa non va, in particolare se si tratta di piatti alimentari. Le loro voci sono di solito melodiose e basse. Quando sono impegnati in una conversazione con i loro compagni umani, Egyptian Mau, gatto egiziano scuote la coda, cammina con i piedi e emette una varietà di suoni che gli appassionati definiscono “ridacchiata”. Sono gatti ferocemente leali. Una volta che hanno legami con le loro persone preferite, vogliono essere adorati dalla famiglia prescelta piuttosto che dall’intera razza umana.

La storia dell’Egyptian Mau

Gli antichi egizi sono le prime persone a lasciare ampie prove della loro alleanza con i gatti domestici. Un’affiliazione che si è sviluppata almeno 5000 anni fa, secondo scritti egiziani, statue e bassorilievi. I gatti sono stati inizialmente accolti per la loro capacità di tenere i roditori lontano dalle scorte di grano e per la loro capacità di uccidere i serpenti. Tuttavia, in seguito i gatti domestici egiziani divennero amati compagni di casa e quindi animali sacri associati agli dei.

Egyptian Mau

Raffigurazioni

Prove sotto forma di raffigurazioni, dipinti e sculture mostrano che esistevano gatti maculati durante il culto del gatto egiziano. Alcuni credono che il predecessore del Mau fosse lo stesso gatto venerato dagli antichi egizi. Un dipinto di papiro risalente al 1100 a.C. circa mostra Ra nella forma di un gatto maculato che decapita il serpente malvagio Apep. Nel 1580 a.C., un documento di papiro cita un gatto maculato che dice:

“Sono il gatto che ha combattuto vicino all’albero di Persea ad Annu la notte in cui i nemici di Neb-er-tcher furono distrutti!”

La tomba

Inoltre, nel 1400 a.C. la tomba dipinta a Tebe raffigura un gatto maculato che recupera un’anatra per un cacciatore egiziano. Questo dimostra che i gatti non solo erano adorati, ma svolgevano anche un ruolo importante nella vita di tutti i giorni. Se, come credono alcuni appassionati, l’Egyptian Mau è un manufatto vivente di quell’epoca antica, allora il gatto egiziano è una delle più antiche razze di gatti domestici.

Caratteristiche comuni dell’Egyptian Mau

Le caratteristiche comuni possono essere viste nei dipinti di papiri. i. Tuttavia, questa non è la prova di nulla, tranne che i gatti macchiati vivevano nell’antico Egitto. In Italia, Svizzera e Francia hanno lavorato per sviluppare la razza; tuttavia la seconda guerra mondiale decimò la popolazione egiziana dei Mau e alla metà degli anni ’40 il Mau era quasi estinto. La principessa russa Nathalie Troubetskoy, riportò il Mau dall’orlo dell’estinzione.

L’ Italia, ha salvato alcuni dei pochi esemplari rimasti. Ha anche contribuito a importare almeno un Mau dall’Egitto attraverso l’ambasciata siriana. Nel 1956, Troubetskoy emigrò negli Stati Uniti, portando con sé tre Maus allevati dalle sue scorte originali. All’arrivo, Troubetskoy fondò l’allevamento Mau egiziano di Fatima e iniziò a promuovere la razza.

l’Egyptian Mau, Una bella razza

L’Egyptian Mau, gatto egiziano raccolse presto un seguito che voleva preservare la razza rara, bella e storicamente significativa. A causa del piccolo patrimonio genetico e perché era impossibile ottenere ulteriori Maus dall’Egitto, era necessaria una certa quantità di consanguineità e di incroci per continuare la razza in Nord America. Anche l’allevamento selettivo per il temperamento era una priorità, poiché in alcune linee di sangue erano stati riscontrati problemi. Negli anni ’80 e ’90 furono introdotti altri Maus negli Stati Uniti. Questo ampliamento del pool genetico è stato vitale per la salute e il benessere della razza Egyptian Mau, gatto egiziano. Nel 1968, CFF fu il primo ad accettare il Mau egiziano per lo status di campionato. La CCA seguì presto, e il CFA concesse il campionato nel 1977. Oggi, tutte le principali associazioni accettano il Mau.

Leggi anche: Le razze di gatto

Risorse: https://www.petfinder.com


Questo articolo è stato pubblicato il 7/10/2019 10:33

Anna Pazzaglia

Laureata al DAMS, Master di secondo livello universitario in Pedagogia, blogger, scrittrice, educatrice, parte dei miei e-book sono su Amazon. Quello che più mi si addice è: "Professione Blogger. Crea, gestisci e lavora con il tuo blog".

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tempo di Lettura: 3 minuti
https://iltuogatto.it/wp-content/uploads/2019/12/il-tuo-gatto-2.png
@ 2019 All Right Reserved.
VAT. IT03759401205
Social