Gemma Collins è devastata dal fatto che crede che il coronavirus abbia ucciso il suo gatto, Twinkle

4 Luglio 2020by Anna Pazzaglia0
https://iltuogatto.it/wp-content/uploads/2020/07/0_gemma-collins-cat-dies.jpg
Tempo di Lettura: 2 minuti

Il gatto della stella TOWIE è morto tristemente all’età di 25 anni il mese scorso dopo essersi ammalato. Gemma ha condiviso le sue preoccupazioni:”il suo gatto è morto di coronavirus?” . Gemma Collins è  devastata per la morte del suo amato gattino, Twinkle, scomparso il mese scorso.

La star

Ma ora la 39enne star nella realtà teme che la causa della morte del suo amato gatto sia il micidiale coronavirus. Da quando l’epidemia COVID-19 ha iniziato a diffondersi in tutto il mondo all’inizio di quest’anno, ci sono state segnalazioni di gatti che hanno contratto la malattia, mentre la settimana scorsa gli scienziati dell’University College di Londra hanno condiviso i timori che i gatti potessero causare una seconda ondata di virus.

Gemma

Gemma ha rivelato che il suo gatto era stato messo vicino a un ventilatore quando si era ammalato, per poi morire all’età di 25 anni. Parlando a The Sun domenica, Gemma ha spiegato che temeva che il suo gatto fosse vittima del micidiale coronavirus. Ha detto: “Twinkle è morto in quarantena. Non aveva mai avuto problemi di respirazione, ed è stato così strano come è morto.

Dal veterinario

“L’ho portato dal veterinario ed è stato così imbarazzante ho dovuto lasciarlo sul bagagliaio della mia macchina in una scatola e ho detto al veterinario, per favore, tienilo in vita.

Gli scienziati

La scorsa settimana gli scienziati hanno condiviso le paure che gli animali domestici, inclusi cani e gatti, potrebbero essere sensibili al coronavirus e potenzialmente trasmetterlo ai proprietari umani, scatenando una seconda ondata della malattia.

Il Regno Unito

Il Regno Unito potrebbe quindi essere a rischio di un secondo focolaio anche se i casi di coronavirus vengono sradicati tra gli esseri umani poiché gli animali domestici potrebbero trasportare, incubare e trasmettere il virus.

Coronavirus?

Gemma ora teme che il suo gatto sia morto di coronavirus dopo che gli scienziati hanno avvertito che i gatti possono portare la malattia. In The Lancet Microbe i ricercatori hanno sostenuto che c’erano prove crescenti che gli animali domestici possano contrarre determinati ceppi di coronavirus con il rischio di passarlo alle persone. Si ritiene che nel Regno Unito vi siano 9 milioni di cani da compagnia e 10,9 milioni di gatti da compagnia.

Risorse: https://www.mirror.co.uk/

Foto: gemmacollins/Instagram

Leggi anche: Il calcolatore per anni dei gatti

Anna Pazzaglia

Laureata al DAMS, Master di secondo livello universitario in Pedagogia, blogger, scrittrice, educatrice, parte dei miei e-book sono su Amazon. Quello che più mi si addice è: "Professione Blogger. Crea, gestisci e lavora con il tuo blog".

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tempo di Lettura: 2 minuti
https://iltuogatto.it/wp-content/uploads/2019/12/il-tuo-gatto-2.png
@ 2019 All Right Reserved.
VAT. IT03759401205
Social

Nukedbit by Sebastian Faltoni - Via Andrea Costa 14 Imola Bologna (BO) P.IVA IT03759401205 - C.F. FLTSST83L05A390N - PEC. faltonisebastian@pec.it