Qual è il cibo migliore per il tuo gatto?

29 Luglio 2019by Anna Pazzaglia0
https://iltuogatto.it/wp-content/uploads/2019/07/gatto-che-lecca-il-piatto6.jpg

Qual è il cibo migliore per il tuo gatto? Le esigenze dietetiche del tuo gatto variano sotto diversi aspetti, la differenza fondamentale è che un gatto è un carnivoro (un animale che mangia carne) e l’uomo è un onnivoro (mangia ogni sorta di cose).

Come nutrire un gatto

I denti di un gatto sono diversi dai nostri: sono così affilati, adatti allo strappo della carne. Un gatto non possiede molari lisci come noi perchè il suo cibo viene rapidamente lacerato e poi scompare velocemente.

gatto dopo mangiato

Mastica il cibo più di un cane, ma non lo macina come noi. La lingua, con la sua azione a cucchiaio, gioca un ruolo importante nell’alimentazione.

Gli animali erbivori (quelli che mangiano foglie ed erba) hanno intestini così lunghi per aiutare la digestione difficile; quelli dei carnivori sono bassi, quelli di un gatto eccezionalmente. Il gatto è più un vero carnivoro che un cane: un cane può essere felicemente nutrito con una dieta a metà cereale, ma un gatto ha bisogno di carne e pochissimo altro.

La differenza tra cani e gatti

Qual è il cibo migliore per il tuo gatto? Una delle peculiarità della dieta felina è l’elevata domanda di specifici tipi di proteine e la mancanza di un reale fabbisogno di carboidrati. La quantità di cibo necessaria per alcuni gatti è di gran lunga maggiore rispetto a quella necessaria per alcuni cani.

gattini affamati

Un’altra particolarità è che il gatto è in grado di far fronte a una quantità molto elevata di grassi nella sua dieta e apparentemente prospera su di esso. A meno che un gatto non abbia una vita molto sedentaria e sia in sovrappeso, una quantità naturale di grassi nella sua dieta gli farà bene.

I gatti addomesticati

Qual è il cibo migliore per il tuo gatto? Scatolette, bustine, croccantini, soup?

I gatti sono stati a lungo “civilizzati”, ma allo stato naturale il loro cibo consisterebbe principalmente di roditori, piccoli conigli e uccelli, mangiati con le piume. Probabilmente anche il contenuto vegetale dello stomaco sarebbe stato ingerito, aggiungendo una piccola varietà importante alla dieta. Inoltre, i gatti occasionalmente, come i cani, mangiano erba come emetico, anche se questo non ha alcuna funzione nutrizionale.

gatto che vuole mangiare

Cosa possono mangiare i gatti?

Nelle condizioni innaturali derivanti dalla sua lunga e spesso letargica storia di convivenza con l’uomo, il gatto ha imparato ad adattare così la sua dieta in una certa misura.

Di solito non vivrà più solo di carne e acqua, anche se gli piace un po ‘di varietà, gli alimenti extra che è preparato a considerare sono molto meno cattolici di quelli accettati da un cane.

Oltre il cibo perché il latte?

Qual è il cibo migliore per il tuo gatto? Scatolette, bustine, croccantini, soup? Oltre agli alimenti per gatti naturali come carni rosse, pollame, coniglio e frattaglie, la maggior parte dei gatti ama il pesce (un alimento tradizionale ma non proprio un alimento primario per gatti), il latte (non naturale per i gatti adulti) e qualsiasi altro alimento di origine animale, come uova e formaggio.

Una dieta a base di sola carne può mancare in alcuni elementi dietetici. Tuttavia, abbiamo conosciuto una serie di gatti anziani senza vita che si degnano di toccare solo carne, frattaglie, pesce e latte.

gatto affamato

Impareranno spesso ad accettare una piccola aggiunta di verdure o cereali alla loro dieta e fino al 25% di sostanze vegetali e cereali cotti nel suo cibo, anche se gatti grassi non dovrebbero assumere così tanti carboidrati.

Grassi per i gatti

I gatti richiedono anche alti livelli di grassi nella loro dieta. Questo è anche usato come fonte di energia e fonte di acidi grassi e vitamine essenziali. Le diete che contengono alti livelli di carboidrati non sembrano molto appetibili per i gatti perchè potrebbero non contenere quantità sufficienti di proteine e grassi.

Acqua

Il fabbisogno idrico dei gatti varia notevolmente a seconda del tipo di dieta che viene seguita. I gatti nutriti con cibi in scatola, che contengono fino al 75% di acqua, devono bere solo piccole quantità una volta al giorno. Se il cibo secco è la principale fonte di cibo, è necessario fornire una quantità molto maggiore di acqua perchè questi alimenti contengono solo circa il 10% di acqua.

Latte

La presenza di lattosio nella dieta a base di latte o derivati del latte provoca diarrea ad alcuni gatti e gattini. Ciò può essere causato dalla mancanza dell’enzima che è essenziale nella digestione del lattosio. Molti alimenti per gatti commerciali contengono latte in polvere e questo potrebbe essere il motivo per cui alcuni gatti tollerano un tipo di cibo così preparato meglio di un altro.

Vitamina A

I gatti richiedono livelli relativamente alti di vitamina A. La gravidanza e la successiva alimentazione di una cucciolata aumenta notevolmente il fabbisogno. Mancanza di livelli sufficienti di vitamina A possono portare così alle malattie.

La vitamina A è contenuta nel fegato, nelle uova e nel latte. Bisogna fare attenzione a non esagerare con la quantità di vitamina  somministrata, perchè un eccesso di questa vitamina può provocare deformità dello scheletro. Bisogna fare attenzione a nutrire il fegato solo una o due volte alla settimana in piccole quantità.

Vitamina D

La vitamina D è richiesta solo in quantità molto ridotte e l’uso di integratori vitaminici destinati all’uso umano deve essere usato con cautela in quanto questi di solito contengono alti livelli di vitamina D.

Calcio e fosforo

I minerali importanti nella dieta dei gatti sono il calcio e il fosforo. Nel gattino neonato i livelli di calcio sono molto bassi e l’unica fonte è il latte materno.

Il latte di gatto contiene livelli relativamente bassi di calcio, quindi quando il gattino viene svezzato per 6 settimane sta crescendo rapidamente ma non ha ancora riserve di calcio. È molto importante che il proprietario se ne renda conto e adotti così la dieta.

I gatti possono mangiare cibo per cani?

I gatti hanno esigenze nutrizionali uniche che non possono essere soddisfatte dall’alimentazione di alimenti formulati per cani o dalla condivisione di alimenti preparati per l’uomo.

La principale differenza tra cibo per gatti e cibo per cani è l’elevato livello di proteine necessarie nella dieta del gatto. I gatti adulti richiedono un minimo del 21% di proteine e i cuccioli ne hanno bisogno del 35%. Questo è almeno il doppio del livello richiesto per i cani. I gatti sembrano scomporre le proteine come fonte di energia, mentre altri animali utilizzano carboidrati per questo scopo.

Gattini e alimentazione

Qual è il cibo migliore per il tuo gatto? È sempre meglio addestrare un gatto ad accettare la dieta che ritieni migliore per lui fin dall’infanzia, anche se i cambiamenti possono essere tentati in seguito se introdotti gradualmente. Un gatto non abituato a mangiare cibi a base di verdure o cereali dovrebbe inizialmente aggiungerli al suo cibo preferito in quantità molto ridotte; quindi aumentare gradualmente le aggiunte.

Tuttavia, non offrirgli nuovi cibi di cui non sei convinto che gli faranno del bene, solo perché sono economici. È meglio dargli meno cibo ma buon cibo e una varietà di buoni cibi.

Una volta che sai qualcosa sulla nutrizione felina, sarai in una posizione più imparziale per decidere cosa è meglio per il tuo gatto di lui.

Un gattino in casa

Quando ricevi un nuovo gattino devi chiedere al precedente proprietario cosa ha mangiato e continuare la stessa dieta almeno per i primi giorni, fino a quando non si sarà sistemato. Qual è il cibo migliore per il tuo gatto? Scatolette, bustine, croccantini, soup? Improvvisi cambiamenti nella dieta possono causare disturbi di pancia, anche se ciò non può significare che i cambiamenti non sono adatti se introdotti lentamente.

Se ritieni che la vecchia dieta del gattino sia inadeguata, scomoda o noiosa (o non adatta alle sue particolari simpatie e antipatie, che, entro limiti ragionevoli, dovrebbero essere presi in considerazione), allora introduci gradualmente ogni cambiamento che ritieni necessario.

Ma ricorda che un gatto è una creatura rigidamente conservatrice a cui piacciono solo i cibi che conosce. È estremamente difficile convincere un gatto adulto a rompere le abitudini formate nei primi tre mesi della sua vita.

Nuovi alimenti

Se introdotto a nuovi alimenti in età abbastanza precoce, tuttavia, un gatto può rivelarsi straordinariamente onnivoro. La maggior parte dei gatti adulti beve il latte di mucca perché viene introdotto come gattini; molti giovani catturati apprezzeranno anche verdure e cereali o altri cibi “innaturali”.

Tuttavia, è importante ricordare la richiesta eccezionalmente alta di proteine del gatto, che preferisce essere principalmente di origine animale: la maggior parte dei gatti esprimerà scarso interesse per una dieta povera di proteine. D’altra parte, alcuni grassi animali di buona qualità in una dieta altrimenti sgradevole possono aumentare la sua accettabilità.

Una nuova dieta

Una volta che un giovane gatto si è abituato a una buona e varia routine che gli si addice, sii fermo e cerca di tenere il sopravvento. Non offrire mai cibo che non sia altro che assolutamente fresco (i gatti sono giustamente ribellati da carne che è anche leggermente andat a male), ma se un gatto schizzinoso rifiuta un pasto che sai essere salutare, non cedere a dargli qualcos’altro.

Lascia il cibo fuori per mezz’ora: a volte un gatto, visto che non apparirà nulla di meglio, accontenterà di ciò che c’è. In caso contrario, rimuovere il cibo offensivo e lasciarlo attendere fino al pasto successivo. Tuttavia, tali metodi non dovrebbero essere spinti oltre un certo punto poiché spesso anche la fame non costringe un gatto a mangiare cibo contro il quale ha messo il cuore.

Come preparare cibi sani per gatti

A volte le carni sono più interessanti servite cotte che crude, soprattutto se non si è certi della loro freschezza. I gatti sono quasi sempre molto particolari su questo punto e non toccheranno la carne che è anche leggermente andata a male. Se pensi che sia un po troppo vicino alla scadenza, cucinala leggermente e lascia che il tuo gatto decida sul successo dell’operazione.

Non si dovrebbe condannarlo come un fastidio se la carne dubbiosa viene respinta: a meno che non si sia convinti che il cibo rifiutato sia completamente fresco, allora dargli il beneficio del dubbio, dargli credito con un naso più sensibile e lasciargli avere qualcos’altro. La carne fresca cruda è ovviamente la migliore, ma le seguenti ricette sane di cibo per gatti offrono alternative interessanti.

1. Fricassea di manzo e uova

Sono idonei eventuali residui di manzo crudo o cotto. Cuoci a fuoco lento in 1,5 cm di brodo o brodo per 5 minuti, quindi togli dal fuoco e aggiungi un uovo. Mescola bene e torna al fuoco per 3 minuti.

2. Prendi circa 170 g di avanzi di carne disponibili, tagliali a pezzi e condisci con farina integrale. Metti in una pirofila unta. In cima a questo spalma frattaglie di pollo o tacchino tagliate a pezzi. Versare ½ tazza di brodo di brodo, copri e cuoci in forno moderato per 30 minuti.

3. Coniglio cotto

Avvolgi in modo sicuro tutto il coniglio crudo in un foglio di carta stagnola e cuoci in forno moderato per 2 ore. Quando è quasi freddo, rimuovi tutte le ossa.

4. Fegato di bue in umido

Il fegato crudo deve essere dato con moderazione in quanto è un lassativo. Per cucinare il fegato, taglialo a pezzi e condiscilo con farina integrale. Friggi leggermente in un po ‘di burro o grasso, quindi trasferisci in una casseruola contenente 1,5 cm di brodo. Non cuocere a fuoco lento per più di 5 minuti.

5. Pesce

Sebbene sia tradizionale nutrire i gatti con i pesci, non è la loro dieta principale naturale e non è altrettanto nutriente come la carne. Tuttavia, è un grande favorito dei gatti, aggiunge varietà alla loro dieta ed è una preziosa fonte alternativa di proteine. È anche facilmente digeribile e ricco di minerali.

Tuttavia, i gatti tendono a perdere il gusto per questo se viene nutrito troppo spesso e troppi pesci possono produrre eczema, problemi digestivi e un cattivo odore in modo che sia consigliabile non dargli da mangiare più di due o tre volte a settimana al massimo.

6. Cambiare il pesce?

È possibile utilizzare la maggior parte delle parti di un pesce, comprese pelli e code morbide, ma non ossa. Ai gatti spesso piace il pesce crudo, ma fai attenzione a meno che non sia perfettamente fresco e sia stato filettato molto bene. Un’ampia dieta di pesce crudo produrrà effettivamente una carenza di vitamina B nel gatto, causando gravi malattie. Probabilmente è meglio cuocere il pesce in quanto è quindi molto più facile rimuovere le ossa.

7. Alimenti per gatti in scatola

Molti animali domestici hanno beneficiato dei moderni cibi pronti, che sono i prodotti di molte ricerche sulla nutrizione animale. Puoi essere sicuro che un buon cibo per gatti fornirà il tipo di nutrimento di cui il tuo gatto ha bisogno, essendo stato appositamente progettato per quello scopo.

Con la migliore volontà del mondo, un proprietario potrebbe non sapere sempre cosa è meglio per il suo animale domestico.

Un gatto diventa facilmente dipendente da una dieta carente. Avendo dimostrato una volta la sua propensione per un particolare cibo, potrebbe desiderare di mangiarlo con l’esclusione virtuale di tutto il resto. Con un buon cibo per gatti commerciale viene fornito almeno un equilibrio di elementi.

7. Sono buoni i cibi in scatola?

Gli alimenti per gatti in scatola sono spesso una manna dal cielo e un gatto dovrebbe essere addestrato ad accettarli come riserva e come fonte aggiuntiva di varietà, servito due o tre volte alla settimana in alternanza con cibi freschi. Se il tuo gatto non mostra entusiasmo per le lattine dopo essere stato allevato con carne fresca, prova a mescolare una piccola quantità di carne in scatola con una dieta fresca favorita all’inizio, aumentando la quantità mentre si abitua al nuovo sapore.

8. Brodo di carne

È possibile utilizzare qualsiasi residuo di carne, pelle o ossa cotti o cotti rimanenti, ma evitare qualsiasi cosa altamente condita. Se stai acquistando carne appositamente per fare il brodo, il piede di un vitello è molto adatto.

Fai bollire per due o tre ore, usando poco più di un litro d’acqua per 450 g di carne e ossa. Dopo la cottura, rimuovi con cura tutte le ossa e i frammenti di ossa, ma lascia i frammenti di carne, e di pelle. Se si utilizza un piede intero con il polpaccio, sarà necessario cuocere a fuoco lento per sei o sette ore, rabboccando l’acqua quando necessario.

LEGGI ANCHE: I gatti possono mangiare il salmone?

Anna Pazzaglia

Laureata al DAMS, Master di secondo livello universitario in Pedagogia, blogger, scrittrice, educatrice, parte dei miei e-book sono su Amazon. Quello che più mi si addice è: "Professione Blogger. Crea, gestisci e lavora con il tuo blog".

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

https://iltuogatto.it/wp-content/uploads/2019/12/il-tuo-gatto-2.png
@ 2019 All Right Reserved.
VAT. IT03759401205
Social